Cammina, Molise! 2022

Visite: 18

Comunicato dell’APS La Terra

di APS La Terra

29 settembre 2022

Back

L'Associazione APS LA TERRA

ritiene
che, 

a fronte del successo raccolto a livello regionale e nazionale dalla XXVIII edizione di cammina, Molise!,
la manifestazione continuerà, anche per il prossimo anno, nei limiti delle risorse finanziarie, a vincolare i suoi Soci ad incentivare l'impegno per ogni attività, che sia di stimolo alla valorizzazione ed alla tutela delle risorse naturali ed ambientali del territorio molisano, e che ricerchi le possibili connessioni con quanti, singoli o riuniti in altre Associazioni, operano sul territorio con identiche finalità.

La manifestazione del 2022, come previsto nella fase organizzativa, è stata una edizione speciale. La XXVIII edizione ha avuto l’onore, con i suoi marciatori, di celebrare con cinque giorni di cammino il compimento del primo secolo di vita del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. L’Ente Parco ha voluto che fosse anche il nostro Cammino a ricordare i 100 anni di un lavoro appassionato e consapevole volto a proteggere la natura. La manifestazione ha voluto anche sottolineare l’importanza del Parco Nazionale del Matese e sollecitarne la costituzione, attualmente impantanata tra le maglie burocratiche. 

I marciatori, l'anima di cammina, Molise!, in aumento rispetto allo scorso anno, sono saliti a 230. Ogni giorno, tappa dopo tappa, è stato giorno di bei cammini e gioiosa convivialità, ma anche di serie riflessioni e conoscenze sempre inattese in un Molise, quest’anno anche nel vicino Abbruzzo, dove c’è tanto ancora da scoprire.

Nei prossimi mesi avremo modo di confrontarci sul lavoro fatto insieme per tanti anni, un lavoro di impegno e di passione, capace di aver portato intorno al semplice gesto del cammino energie vive, capaci, disinteressate che hanno prodotto una testimonianza tangibile attraverso il territorio molisano di come si può dare il giusto valore alle aree interne per farle rinascere promuovendo un turismo mitigato attraverso il progetto “Molise, terra di cammino”.

Il cammina, Molise! 2022 ha avuto una durata eccezionalmente di cinque giorni, dal 6 al 10 agosto. Il percorso è partito dalla Montagna Spaccata (in agro di Alfedena), in pieno centro dell’Ente Parco, per terminare a Bojano, alle falde dei monti del Matese.
Le cinque tappe hanno visto i marciatori per i primi tre giorni attraversare i paesi ed il territorio all’interno del Parco e per gli altri due giorni paesi e territori matesini.
La Prima Tappa è partita dal Lago della Montagna Spaccata, ha attraversato Barrea per arrivare la sera a Civitella Alfedena. La Seconda e la Terza Tappa sono proseguite all’interno del Parco: la Seconda, ancora in Abruzzo, è stata dedicata alla celebrazione dei 100 anni del Parco: si è partiti da Civitella Alfedena e, dopo aver attraversato La Camosciara e Opi, si è arrivati a Pescasseroli, sede dell'Ente gestore del Parco; la Terza, in Alto Molise, attraverso le vallate che danno sul Volturno, ha toccato i paesi di Pizzone e Castel San Vincenzo e terminare a Scapoli. La Quarta e la Quinta Tappa hanno portato i marciatori sui monti matesini per dare un contributo alla costituzione del Parco Nazionale del Matese: in particolare la Quarta ha collegato i paesi di Longano e Monteroduni con un percorso dai risvolti naturalistici stupendi, mentre la Quinta è partita da Roccamandolfi, ha attraversato Civita di Bojano e la cittadina di Bojano, il centro molisano a cui fanno riferimento tutti gli altri paesi matesini interessati alla costituzione del Parco,. ed è terminata a Castellone. frazione di Bojano

Queste le caratteristiche principali:

  • Attraversamento del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise con visita a La Camosciara e dell’area faunistica del Lupo Appenninico (Abruzzo) e dell’alta valle del Volturno ai piedi delle Mainarde (Molise).
  • Celebrazione dei 100 anni del Parco a Pescasseroli, sede dell’Ente gestore.
  • Visita guidata e accoglienza, con feste popolari, nei Comuni di Pescasseroli (AQ), Opi (AQ), Villetta Barrea (AQ), Pizzone (IS), Castel San Vincenzo (IS), Scapoli (IS), Longano (IS), Roccamandolfi (IS), Monteroduni (IS)    e Castellone di Bojano (CB).
  • La bellissima festa di chiusura a Castellone, organizzata dall’Ass. Madonna della Libera ed animata dall’evento artistico curato da Michele Cianciullo
  • Il fascino del Lago della Montagna Spaccata, del Lago di Barrea e del Lago di Castel San Vincenzo.
  • La natura incontaminata ed il panorama mozzafiato dei monti marsicani tra Opi e Pescasseroli e dei monti matesini tra Longano e Civita.
  • Tratti del Tratturo Pescasseroli-Candela che costituirà il filo conduttore di un itinerario che si snoda in un ambiente non solo fisico ma anche della memoria.
  • Le stupende vallate del Rio Jammare e del fiume Volturno; le sorgenti del Volturno e quelle del Biferno.
  • La tradizione delle Zampogne a Scapoli e quella dei costumi d’epoca a Roccamandolfi.
  • L’arte dei sapori caseari della tradizione pastorizia di Bojano e della zona matesina.
  • Le tradizioni folcloriche con “La Mascarata” di Monteroduni
  • Il concerto del M° Piero Ricci e della Piccola Orchestra Ecletnica a Monteroduni e la esibizione con la sua Zampogna del M° Christian Di Fiore a Scapoli
  • Le narrazioni di Pier Luigi Giorgio e l’esibizione di Camillo Faraone con la sua voce e chitarra al Castello di Roccamandolfi
  • Il Centro di documentazione del brigantaggio a Roccamandolfi.
  • Ruderi medioevali dei Castelli normanni di Civita Superiore e di Roccamandolfi ed il Castello Pignatelli di Monteroduni.
  • L’itinerario dell’arte romanica e barocca: la Chiesa San Pietro e Paolo a Pescasseroli, la Chiesa di S. Maria Assunta a Opi, la Chiesa di S. Nicola a Pizzone, la Chiesa di S. Bartolomeo a Longano, il Santuario rupestre di Santa Maria delle Grotte a Scapoli, la Chiesa madre di San Michele Arcangelo a Monteroduni, la Cattedrale di San Bartolomeo a Bojano ed il Santuario di S. Maria della Libera di Castellone di Bojano.

L’Associazione, ribadendo quello che ha sempre affermato negli anni precedenti, conferma che

  • La manifestazione è stata un grosso successo che dovrà essere al più presto messo a frutto sul territorio.
    L'impegno per i prossimi mesi è di andare oltre la manifestazione tradizionale, la quale allo stato attuale volutamente non viene pubblicizzata per non gravare per questioni logistiche sullo sforzo organizzativo del Coordinamento e dei Comuni.
  • Bisogna creare una rete che possa permettere di "camminare" il Molise tutto l'anno con la stessa formula usata in 28 anni, capace di coinvolgere tanta gente da ogni parte d'Italia e dell’estero! Il “cammina, Molise!” sta dimostrando che le terre delle aree interne molisane possono tornare a vivere attraverso le cose semplici. Semplice è il camminare, semplice è lo stare insieme per conoscere ed apprezzare, ridere e piangere, sudare e rilassarsi, cantare, danzare e suonare, diventa semplice perché sentita l’accoglienza nei nostri piccoli borghi. Semplicità, questa è la parola magica per il futuro delle nostre terre. Tante persone vengono, e vogliono venire, a camminare con il “cammina, Molise!” perché prima di ogni cosa apprezzano la semplicità della convivialità che si crea durante il cammino. Pensate che bella cosa se la nostra Regione diventasse nei prossimi anni “terra di cammini”!
  • Il flusso turistico, quello mitigato, quello auspicato da tanti anni e mai realizzato, potrebbe finalmente materializzarsi nei nostri paesini, riportando linfa alle infrastrutture di ricezione già esistenti, all’artigianato, alla bio-agricoltura, alla cultura e così via.
  • Nonostante le tante difficoltà per il numero elevato dei partecipanti e per le ristrettezze economiche delle casse delle varie amministrazioni comunali ed associative, anche quest'anno, i Sindaci, le Pro Loco, le associazioni culturali e la cittadinanza dei paesi attraversati hanno riservato ai marciatori una accoglienza, forte e commovente insieme, che ha avvalorato il nobile senso di ospitalità della gente molisana.
  • Il fatto che il Presidente della Repubblica ha degnato la manifestazione con una Medaglia di Rappresentanza, che il Senato della Repubblica e la camera dei Deputati continuano a concedere il proprio patrocinio, che  la Regione Molise, col suo patrocinio, ha ritenuto far rientrare da anni il “cammina, Molise!” tra le manifestazioni tra le più importanti nel Molise,  e soprattutto che importanti operatori commerciali  e culturali Regionali e Nazionali hanno voluto contribuire alla riuscita di questa iniziativa, denota la volontà di premiare gli sforzi genuini che vengono dal volontariato, volti a testimoniare la possibilità della rinascita delle aree interne molisane. 

Pertanto, l’APS La Terra
a fronte delle tante energie spese in questa "avventura" in modo disinteressato e con tanti sacrifici,

RINGRAZIA

  • il Coordinatore Generale: arch. Giovanni Germano,
  • il Coordinatore Regionale: arch. Paolo Discenza, 
  • i Coordinatori degli ultimi: Fernando e Nicola Galasso, 
  • la Coordinatrice amministrativa: Silvana Adducchio,
  • il Coordinatore del Campo Tenda: Alessio Adducchio
  • la Coordinatrice Gadget: Daniela Ricci
  • Art Director evento artistico annuale: Michele Cianciullo e Bonifacio Maria Rosaria
  • gli Scacciapensieri con i maestri di danza, di canto e di musica folclorica 
    (Alessandro Calabrese, Silvio Adducchio, Rita Mattei, Cristina Falasca, Pietro Berardo, Filomena Pannunzio, Marco Cherubini e Michela Botti)
  • Il maestro Renato Achille, autore dell’inno a “cammina, Molise!”
  • i Fotoreporter Ufficiali: Alessandro Italia e Giancarlo Rosi
  • i Portatori d’acqua: Guardie Ambientali del PNALM
  • Autolinee Santoro ed Autolinee Manzo
  • I giornalisti per i servizi TGR su Rai3 e per il servizio su Telemolise
  • La CRI Comitato Abruzzo e Molise

e

per la prima Tappa:

  • Le Amministrazioni comunali di Alfedena, Civitella Alfedena e Villetta Barrea. 
    ANAlpini Villetta Barrea, Severino di Paolo e Alessandro Calabrese
    Le Guardie Ambientali del PNALM

per la seconda Tappa:

  • Le Amministrazioni comunali di Opi e Pescasseroli
    Le Associazioni: Pro Loco Pescasseroli e ANAlpini Pescasseroli
    Le Guardie Ambientali del PNALM

per la terza Tappa:

  • - Le Amministrazioni comunali di Pizzone, Castel San Vincenzo e Scapoli
  • - Le Associazioni: Pro Loco Scapoli e Sentieri Aperti di Pizzone
  • - Museo della Zampogna e Museo CIL a Scapoli, Fauna Appenninica a Castel S. Vincenzo
  • - M° Christian Di Fiore 
  • - Le Guardie Ambientali del PNALM

per la quarta Tappa:

  • - Le Amministrazione comunali di Longano e Monteroduni
  • - Le Associazioni: Pro Loco Longano, Pro Loco Monteroduni, GEA, CIF
  • - Il Gruppo Folk “La Mascarata”, M° Piero Ricci e la Piccola Orchestra Ecletnica
  • - Sponsor locali: Papa, Supermini, Pignatelli
  • - Per la organizzazione generale a Monteroduni: Arch. Adele Pizzi

per la quinta Tappa:

  • - Le Amministrazione comunali di Roccamandolfi e Bojano
  • - Le Associazioni: Pro Loco Roccamandolfi, Ass. S. Maria della Libera di Castellone, 
  • - Animazione artistica: Pierluigi Giorgio e Camillo Faraone
  • - Per la Cattedra Itinerante: Arch. Vignone Fiore.

La Associazioni Partner:

  • Locali: Il Villaggio della Cultura, II Molise di Mezzo, Il Teatro del Loto, Il Bene Comune, le sezioni di IS e CB di Italia Nostra, UNPLI Molise, Bio Cult, Molise Città Ideale.
  • Nazionali: I Pontieri del Dialogo, Le Donne in Cammino, Piedibus del Benessere, 

Gli Sponsor:

  • Love Molise, Domenico Di Crescenzo, Campi Valerio, Ceramiche Di Tomaso, Omega Point, Grand Hotel Europa IS, Autolinee Manzo, Autolinee Santoro, La Molisana

Per il Patrocinio

  • Presidenza Repubblica Italiana
  • Senato della Repubblica Italiana
  • Camera dei Deputati della Repubblica Italiana
  • Assessorato al Turismo Regione Molise
  • Turismo è Cultura, FNS
  • Provincia di Campobasso e Isernia
  • PNALM

ed in particolare

TUTTI I MARCIATORI
La nostra famiglia di molisani d'adozione che si è ancora allargata quest'anno.

Stiamo dimostrando, con la testimonianza dei piccoli gesti, che il Molise esiste a dispetto di tanti molisani. Abbiamo l'impressione che stiamo dando la carica giusta per il risveglio di queste bellissime ed ospitali terre. Come Associazione molisana non possiamo fare altro che ringraziarvi. Siete tutti voi il motore che mette in moto questa macchina così speciale e nello stesso tempo così pregna di semplicità, capace di smuovere, un passo dopo l'altro, passioni ed energie inaspettate.

L'umiltà del gesto, il sacrificio del sudore, la gioia della condivisione, il piacere della conoscenza, la sopportazione dell'imprevisto tutto questo siete carissimi marciatori e tutto questo è "cammina, Molise!". 

Un abbraccio a tutti.

Roma, li 16 Settembre 2022

Sul nostro sito www.laterra.org  a breve i primi aggiornamenti sulla “storia” della edizione di “cammina, Molise! 2022”

A proposito della edizione appena passata, cortesemente e calorosamente vi invitiamo a:

e poi:

  • - I marciatori che non hanno avuto ancora il “gadget ricordo”
      possono telefonare al 338.3063300 o scrivere a ggermano@laterra.org

di APS La Terra