Una maggioranza arrogante e incomprensibile

Visite: 167

Dopo la presentazione di una mozione di sfiducia a Donato Toma, presidente Regione Molise, a firma PD-5S, pubblichiamo la nota di Michele Iorio che ha deciso di sottoscrivere il documento

di Michele Iorio (Consigliere Regionale)

17 marzo 2021

Back

Di fronte al dramma che il Molise sta vivendo anche in maniera particolare rispetto alle altre regioni d’Italia, insieme alle colleghe Romagnuolo e Calenda* (NdR: come M. Iorio ambedue di Area di Centrodestra) avevamo presentato un emendamento per correggere l’inutile, incomprensibile e non condivisibile mozione a firma di Vincenzo Niro ed altri.
Senza troppi fronzoli che servono a confondere le idee della gente, rispetto ad una vera emergenza abbiamo detto due cose:
1. A casa tutti i responsabili della catena di comando che ha gestito la sanità in questo periodo di pandemia.
2. Sospensione della costruzione della torre Covid al Cardarelli, per le note ragioni progettuali, attraverso un’intesa con il governo nazionale e utilizzare le somme residue per ristrutturare il Vietri di Larino. Creando le condizioni per un ospedale Covid attrezzatissimo e funzionale come tanti altri ospedali in Italia. Invece di prepararci a fare tre strutture di rianimazione in moduli mobili spendendo oltre 5 milioni di euro. Somma che può essere dirottata sul Vietri coprendo anche le spese per il personale.

La risposta della maggioranza che nelle dichiarazioni di voto, con protervia e con qualche offesa anche sul profilo personale, ha respinto ogni possibilità di intesa è stata la premessa sulla base della quale senza ogni dubbio ho sottoscritto la mozione di sfiducia al presidente Toma. Nella piena consapevolezza di aver preso la decisione più utile per i molisani.

di Michele Iorio (Consigliere Regionale)

(*La consigliera Calenda sottoscrive la mozione di sfiducia a Toma. Un’ora dopo accetta il posto da assessora e ritira la firma)

Back