Stampa 

È “Utriculus”!

Visite: 161

Anteprima del nuovo numero della prestigiosa rivista sulle Zampogne

di Antonietta Caccia - fb 

1 marzo 2020

Back 

Ok, si capisce dalla foto che è un libro, anzi, diciamo meglio, una corposa rivista. Ma potevate immaginare che potesse esistere una rivista che - da 29 anni - si occupa della zampogna in tutte le sue sfaccettature e latitudini? È un prezioso scrigno pieno di saggi dal rigore scientifico e storico ineccepibili. Curata dall'inesauribile Antonietta Caccia e dal musicologo Mauro Gioielli, Utriculus è certamente tra le cose migliori prodotte in quel di Scapoli in Molise, dove si celebra ogni anno il più importante festival dedicato a zampogne e cornamuse. Un posto dove, con Uaragniaun, ci siamo esibiti un paio di volte. Oggi mi è arrivato il nuovo numero e sfogliandolo ho beccato una delle tavole dell'inedito "Chitaridd", il famigerato graphic novel scritto dal sottoscritto. La tavola è una di quelle disegnate da Pino Oliva. Conoscendo la grande fame di Antonietta per le immagini iconografiche della zampogna (antiche o nuove che siano), le avevo inviato la tavola che presenta in bella vista due zampognari. Lei ne era affascinata e mi chiese di poterla pubblicare... Ed eccola in anteprima su Utriculus. 

Ma non potevo che farmi subito prendere dalla voglia di leggere per primo il saggio di Valter Biella sulle origini della cornamusa bergamasca. Per la cronaca lui è il liutaio che ha costruito il mio "baghet" (così è chiamata la cornamusa bergamasca).

Che piacere che ti riserva a volte il postino!

di Antonietta Caccia - fb 

Back 

editoria